Sistema Costruttivo Plastbau®


Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau®

Un elemento costruttivo versatile e vantaggioso: isolamento termico, risparmio energetico e leggerezza negli edifici

L'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® è un innovativo pannello per la realizzazione di pareti divisorie, tamponamenti industriali, controsoffitti isolanti, coperture per mansarde o soppalchi interni, elementi sottotegola per realizzazione di tetti ventilati, pareti ventilate, supporti coibenti per curtain walls.

Le sue peculiari caratteristiche:

  • LEGGEREZZA Il peso varia da soli 4 Kg/mq a 8 Kg/mq (in relazione allo spessore);
  • AUTOPORTANZA L'elemento costruttivo è autoportante fino ad un max. di 2 m e sopporta carichi di 160 Kg/mq;
  • GEOMETRIA VARIABILE Per renderlo idoneo a quasi tutte le conformazioni architettoniche;
  • ELEVATA COIBENTAZIONE TERMICA È incorporata nell'elemento fin dall'origine

Le elevate e peculiari prestazioni fornite dall'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® devono alla collaborazione strutturale dell'EPS (polistirene espanso sinterizzato) coi profili metallici zincati posti al suo interno. Questa razionale unione di leggerezza e proprietà meccaniche conferisce agli elementi costruttivi una resistenza adeguata a sostenere i carichi di prima fase, contribuendo fattivamente ad elevare la sicurezza del lavoro svolto in cantiere.

L'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® è un prodotto industriale di forma rettangolare (largh. 60 cm, altezza a richiesta, spessore variabile) ottenuto con perle di EPS sinterizzato a densità 25 Kg/mc, caratterizzato, nelle geometria, da battentatura maschio/femmina che ne facilita la posa. L'elemento è autoportante grazie alla presenza di montanti metallici sagomati a "C" coestrusi con l'EPS.

CARATTERISTICHE GEOMETRICHEtorna su

Sezione modulo Ercole

VANTAGGI torna su

  • DURATA ILLIMITATA Gli elementi in polistirene espanso sinterizzato sono inalterabili nel tempo e non consentono la crescita di funghi, batteri, muffe ed altri organismi.
  • POSA IN OPERA SEMPLICE ED ECONOMICA La leggerezza dell'elemento consente di ridurre i tempi di posa in opera e l'impiego di attrezzature di cantiere.
  • SICUREZZA IN CANTIERE MASSIMA E PIENAMENTE RISPETTOSA DELLE NORME VIGENTI. Il ridotto peso dell'elemento e la sua autoportanza garantiscono l'abbattimento del rischio di infortunio nelle fasi di scarico, movimentazione, sollevamento, stoccaggio e posa.
  • RISPARMIO ENERGETICO ELEVATO Grazie alle eccellenti proprietà isolanti, l'elemento costruttivo contribuisce in maniera decisiva al contenimento dei consumi energetici.
  • FUNZIONALE ALL'IMPIANTISTICA Facilità di passaggio sia orizzontale che verticale degli impianti in quanto le lamiere all'interno di ciascun elemento sono preforate.
  • SICUREZZA ELEVATA IN CASO D'INCENDIO L'elemento costruttivo rivestito con lastre di cartongesso o intonaci raggiunge classi di resistenza e reazione elevate.

IDEALE PER INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONI SULL'ESISTENTE

La riarticolazione spaziale di edifici esistenti risulta facile e poco invasiva. La sostituzione di divisori interni è, inoltre possibile senza gravare sulle strutture esistenti dell'edificio. La possibilità del rapido smontaggio delle partizioni realizzate con Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® rende possibile qualsiasi futura ristrutturazione in tempi ridotti.

IDEALE PER INTERVENTI DI NUOVA COSTRUZIONE

I cantieri sono più puliti ed ordinati.

VOCE DI CAPITOLATO torna su

Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® in polistirene espanso sinterizzato (EPS) Euroclasse 150, tipo autoestnguente "classe E", densità 25 Kg/mc, coefficiente di conducibilità termica di 0,036 W/mK , con montanti metallici coestrusi nel polistirene ad un interasse di cm 30 per divisori, coperture. Di larghezza 60 cm, spessore variabile da 6 a 20 cm e lunghezza a richiesta. I montanti metallici sono in lamiera zincata a caldo da 8/10 di spessore, sagomati a C, opportunamente forati per consentire la coestrusione con il polistirene ed eventualmente usati per il passaggio orizzontale degli impianti. Le tracce per consentire l'istallazione degli impianti vengono effettuate con una resistenza elettrica che producendo calore liquefa, nel punto dove è applicata, il polistirene creando il vano di installazione.

CAMPI D'IMPIEGOtorna su

Divisorio

Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® come divisorio

In sostituzione delle tradizionali pareti divisorie realizzate con foratini da 8 cm di spessore, trovano largo impiego gli elementi costruttivi Ercole® de.com Plastbau®.

L'elemento è impiegato in funzione di divisorio tramezzatura di edifici per civile abitazione, uffici, aree commerciali, alberghi.

L'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® consente di realizzare spazi e ambienti interni di qualunque tipo e dimensione: le sue peculiarità, infatti, permettono a progettisti e installatori un'assoluta libertà di progettazione e di applicazione.

Le finiture

Le finiture consigliate per la parete divisoria ercole® de.com Plastbau® possono essere del tipo a secco o con intonaco:

  • Finiture a secco: l'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® può essere rivestito con diverse tipologie di lastre: cartongesso, gesso fibra, magnesite, cemento fibrorinforzato. Il progettista dispone di un'ampia gamma di finiture a secco per comporre la stratigrafia più congeniale alle proprie esigenze. Le pareti divisorie interne realizzate con pannelli divisori ercole® de.com Plastbau® hanno una risposta all'abbattimento acustico di Rw=35,5 dB, come dimostrano le certificazioni a corredo dell'elemento. Maggiori prestazioni si otterranno variando sia gli spessori elemento, anche accoppiandoli, che utilizzando rivestimenti mirati. Rispetto alle tradizionali pareti divisorie in cartongesso si riducono i tempi di posa in quanto i profili metallici coestrusi al polistirene costituiscono già l'orditura portante del sistema. I profili metallici. L'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® è caratterizzato da profili metallici con sezione a "C" in lamiera zincata a caldo 8/10 posti ad interasse di 30 mm. Essi garantiscono una maggiore resistenza meccanica della parete divisoria rispetto al sistema tradizionale in cartongesso. Nella versione con i profili metallici a vista l'avvitatura delle lastre risulta estremamanete semplice e rapida.
  • Finiture con intonaco: l'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® può anche essere rivestito con intonaco. Nostre esperienze ci fanno ritenere preferibili quelli premiscelati a base di gesso e calce e alleggeriti con la perlite,previa applicazione di normale aggrappante.
 
Controparete

Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® come controparete

L'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® come controparete trova largo impiego in diversi settori:

- Edilizia residenziale pubblica e privata di nuova costruzione;

- Edilizia industriale;

- Recupero, ristrutturazione e restauro del preesistente.

Nell'ambito della riqualificazione di pareti in edifici esistenti l'impiego dell'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® contribuisce all'incremento prestazionale in termini di resistenza termica, resistenza al fuoco. Le prestazioni ottenibili dipendono fortemente dal tipo di supporto preesistente e dalla finitura scelta.

Controparete a fissaggio meccanico

Questa tecnologia prevede l'applicazione dell'elemento tramite fissaggio meccanico, ciò rende la contrioparete indipendente dal supporto preesistente risolvendo i problemi legati alla tenuta degli strati superficiali e consentendo una più agevole correzione di irregolarità e fuori piombo. Inoltre i punti di contatto con la parte retrostante sono limitati, con conseguente diminuzione dei ponti termici e acustici.

È possibile realizzare un'intercapedine d'aria tra l'elemento e il supporto retrostante consentendo il passaggio degli impianti.

La de.com individua un "range prestazionale" di esempi di controparete:

 
Tamponamento industriale

Elemento costruttivo ercole® Plastbau® come Parete di tamponamento industriale

Per l'impiego in edifici industriali la cui tipologia richiede l'utilizzo di pannelli di tamponamento con altezze significative, le prove di resistenza all'urto, eseguite dalla de.com s.r.l., mostrano come l'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® abbia una capacità portante adeguata a sostenere la presenza di un carico di vento fino a 100 Kg/mq fino ad un'altezza di 4 mt.

La compartimentazione con l'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau®

Le pareti realizzate con l'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® con sistema di finitura a secco dispongono di diversi certificati caratterizzati da diverse prestazioni di Resistenza al fuoco in relazione alla loro composizione. Queste caratteristiche di compartimentazione dipendono innanzitutto dall'altezza dell'elemento e dalle azioni individuabili. Se la configurazione dell'elemento testato da realizzare è riconducibile al campione testato, soprattutto in termini di altezza, spessore dei paramenti, assenza di carico e modalità di assemblaggio dei giunti è possibile utilizzare il certificato come base di partenza per un'estensione dello stesso.

La riproduzione del sistema descritto nei rapporti di prova di seguito riportati, se eseguita mantenendo inalterata la configurazione geometrica e applicando gli stessi materiali della provaè di per se sufficiente a garantire la prestazione REI. Tuttavia, intervenendo sui diversi componenti della parete quali:

  • larghezza, spessore dei montanti
  • numero e spessore delle lastre (>2 lastre per lato)

È possibile adeguare il sistema descritto nei certificati di riferimento alle situazioni individuate in fase progettuale, fermo restando la classe di Resistenza al fuoco riportata nel certificato.

Per la corretta progettazione e realizzazione della compartimentazione è necessario tener conto anche dei seguenti aspetti pratici:

  • le superfici di fissaggio delle guide perimetrali: devono presentarsi continue, piane, in grado di resistere alle azioni trasmesse dalla parete stessa e dotate di adeguata resistenza al fuoco.
  • in presenza di porte tagliafuoco: è opportuno predisporre una struttura di sostegno indipendente, opportunamente dimensionata e protetta come da omologazione del serramento REI.
  • in presenza di attraversamenti impiantistici: impiegare sistemi di ripristino dei requisiti REI opportunamente certificati su pareti leggere con irrigidimento interno, riproducendo nella parete le condizioni di posa previste per tali sistemi.
  • in caso di giunti di dilatazione verticale e giunti di dilatazione orizzontale: disegnare il giunto in modo da garantire i requisiti minimi di tenuta ed isolamento richiesti.

Alcuni suggerimenti sul sistema di montaggio della parete di compartimentazione

I metodi di posa cambiano a seconda delle applicazioni specifiche. In genere, dopo aver posato le guide metalliche a pavimento con sezione ad "U" in lamiera zincata 8/10 agganciate con fisher ø6 lungh. 6 cm, passo 50 cm, si procede appoggiando i pannelli ercole® de.com Plastbau® agli angolari di riscontro, avvitandoli con viti autoperforanti a testa piatta, passo 30 cm; al soffitto l'elemento sarà agganciato a delle guide metalliche con sezione ad "L" in lamiera zincata 8/10, avvitato ad esso come prima descritto. Terminate le operazioni di posa dell'Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® esso sarà rivestito con due lastre di cartongesso di dimensioni 1200 x 600 mm, sp. 12.5 mm, agganciate all'elemento costruttivo la prima con viti TLF25 e la seconda con viti TLF35, saranno impiegate circa 12÷16 viti per lastra. La particolare attenzione posta nella progettazione dei dettagli costruttivi ha consentito di giungere alla definizione di un sistema di tamponamento in grado di rispondere in modo adeguato alle esigenze imposte dall'edilizia industriale, poiché è in grado di soddisfare il cliente alla ricerca di una soluzione costruttiva di maggior qualità.

Negli ultimi anni, i fabbricati industriali hanno cambiato pelle, fornendo un reale valore aggiunto alle strutture sia sotto il profilo architettonico, che prestazionale. I protagonisti di questa mutazione, sono i pannelli di tamponamento industriale che la de.com studia, unendo la soddisfazione di severi requisiti tecnici a pregevoli finiture estetiche, concorrendo ad un complessivo miglioramento della qualità del progetto architettonico.

 
Tamponamento

Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® come parete di tamponamento

Per rispettare i parametri minimi del D.L.n° 192 del 19/08/2005 ed i rispettivi decreti attuativi D.lgs 311/2006 e DPR 59/2009, le costruzioni devono essere isolate termicamente con un adeguato spessore di materiale isolante posto all'esterno della costruzione, ossia devono essere rivestite da un cappotto termico; ciò impone di attuare degli standard costruttivi che rispettino le normative vigenti in materia. Il risultato si concretizza con maggiori tempi di realizzazione, maggiori costi di costruzione e minori utilizzi degli spazi utili vendibili a causa dei maggiori spessori dei muri.

Premesso quanto sopra la de.com propone soluzioni di chiusure perimetrali che consentono ai progettisti in fase di progettazione e ai costruttori in fase di realizzazione di rispettare le normative in merito all'isolamento termico e acustico senza subire penalizzazioni nei tempi e nei costi di realizzazione dell'opera.

L'azienda attribuisce grande importanza allo sviluppo di nuovi sistemi, nuovi prodotti e alla loro sperimentazione. Di seguito vengono illustrate alcuni sistemi studiati per le diverse esigenze in materia di isolamento termico e acustico, frutto di una vasta campagna di ricerca recentemente attuata presso la società di ingegneria e architettura integrata Suburbia.mode s.r.l. e il Dipartimento di ingegneria LAMAS dell'Università del Sannio.

 
Copertura

Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® come copertura

In sostituzione dei tradizionali tavelloni trovano largo impiego l'innovativo Elemento costruttivo ercole® de.com Plastbau® che permette la semplificazione della posa, la diminuzione dei tempi in cantiere, la riduzione dei costi ed un miglior isolamento termico della copertura.

Il procedimento di esecuzione, identico a quello tradizionale, consiste nella realizzazione dei muretti a nido d'ape secondo le pendenze e interasse di progetto. E' previsto, in opera, un completamento all'estradosso con soletta di calcestruzzo dello spessore di circa 3 cm e armato con rete elettrosaldata.

Si riporta, di seguito, una tabella indicativa che consiglia l'interase dei muretti:

 
 

photogallery torna su

  • Compartimentazione industriale
  • Compartimentazione industriale
  • Copertura
  • Impiantistica
  • Casetta prefabbricata
  • Impiantistica
  • Tramezzo
  • Tompagno
  • Tompagno
  • Tompagno

 

  • Nozioni statiche
    La posa in opera è estremamente semplice e veloce e i metodi di posa cambiano...
  • prestazioni
    Il sistema di chiusure verticali con l'impiego dell'elemento costruttivo ercole® Plastbau® messo a...
 

Seguici

Certificazioni

  • Associazione Italiana Polistirene Espanso
  •  
Logo
Logo